Il water giapponese

come non amarlo...

Oltre a rimanere sbalordita dalla loro estrema puntualità, cordialità e pulizia; una cosa che mi ha davvero affascinata in Giappone è il gabinetto.

Scordatevi:

- Bagni alla turca

- Wc sporchi

- Tavolette fredde o assenti

...Immaginatevi un trono di relax!!!

Ebbene si i water giapponesi sono anni luce avanti rispetto a quelli del resto del mondo; non si tratta solo di un mezzo per fare i propri bisogni ma in Giappone viene  concepito come un momento di estrema privacy che dev'essere compiuta nel pieno rilassamento della persona.

La toilette moderna in Giappone, comunemente definita in giapponese washlet "sedile pulente con acqua calda", dispone di un'ampia gamma di gadget ma, pur essendo molto diffusa all'interno dei confini nipponici, non è un'invenzione giapponese, dato che lo svizzero Hans Maurer ideò il primo sanitario con bidet integrato nel 1956.Il mercato dei water giapponesi è in mano alla ditta TOTO, che ha introdotto il primo gabinetto nel 1982 e si stima che oggi circa il 70 per cento dei giapponesi ne possieda uno.

Il gabinetto giapponese presenta diverse funzioni, che possono essere concordate con il produttore in base alle vostre esigenze:

- Riconosce la pressione delle vostre chiappe e di conseguenza la tavoletta si scalda per garantirvi il massimo confort,

- Vi è uno spruzzino che garantisce la pulizia delle parti intime sia maschili che femminili, semplicemente schiacciando un tasto e quindi non avrete bisogno del bidet,

- Se avete mal di pancia e siete a disagio per " i rumori emessi dal vostro intestino" potete, cliccando un tasto far partire una musichetta.

- Un sistema deodorante all'ozono , invece, permette l'eliminazione rapida degli odori, mentre un meccanismo di autopulizia aiuta a mantenere il sanitario pulito.

-Alcuni modelli possono illuminarsi al buio.

 

INNOVAZIONI NEGLI WASHLET

Dall'inizio degli anni duemila i ricercatori hanno aggiunto a questi sanitari anche dei sensori medici, per misurare percentuali di grasso, pressione sanguigna e  il livello di  glucosio  nelle urine. L'obbiettivo è quello di inviare i dati delle persone direttamente al medico senza andare ad interferire con la vita quotidiana dell'interessato. In questo modo verrà portato avanti la prevenzione della salute delle persone.

 

Scrivi commento

Commenti: 0